Potenziare fondi dell’ESF contro povertà e disoccupazione

| 22 gennaio 2019

Il Parlamento europeo ha votato a favore della relazione stilata dalla Commissione per l’occupazione e gli affari sociali, con la quale si avviano i negoziati per l’aggiornamento delle norme volte a contrastare la disoccupazione e gli elevati tassi di povertà in Europa.

La relazione, votata nella seduta di plenaria del 16 gennaio 2019, propone di aumentare i fondi dell’ESF+ nel bilancio a lungo termine 2021-2027 dell’UE e richiede un’attenzione particolare per la disoccupazione giovanile e per i bambini. I problemi sociali e occupazionali sono fra le principali preoccupazioni dei cittadini europei. L’obiettivo del Parlamento è quello di rafforzare ulteriormente la dimensione sociale europea con un Fondo sociale europeo più nuovo e semplice, il Fondo sociale europeo plus (ESF+).

Le aree di maggiore investimento dell’ESF+ saranno tre: educazione, formazione e apprendimento continuo; efficienza del mercato del lavoro e uguale accesso all’occupazione di qualità; inclusione sociale, salute e lotta alla povertà. Gli eurodeputati vorrebbero che l’ESF+ potesse continuare a fornire aiuti alla generazione dei giovani lavoratori con un’attenzione particolare ai giovani inattivi e a quelli più lontani dal mercato del lavoro.

I fondi dell’ESF+ dovrebbero anche fornire aiuto per il progresso sociale e la mobilità geografica e lavorativa.

Il regolamento sarà negoziato con il Consiglio e la Commissione prima che entri in vigore.

FONTE: Eurodesk

Category: Novità dall'UE