Digital Storytelling Lab, laboratorio per studenti e professionisti

| 12 novembre 2018

E’ stato inaugurato ufficialmente il 6 novembre 2018 a Udine il Digital Storytelling Lab (DSL), nuovo laboratorio di formazione, sperimentazione e produzione rivolto a studenti, imprese e professionisti.  (https://storytellinglab.eu/)

Tre gli obiettivi principali del Digital Storytelling Lab: alfabetizzare ed educare al narrativo audiovisivo, multimediale, digitale, interattivonarrare il territorio nelle sue diverse espressioni, culturali, economiche e produttive; raccontare il ‘Made in Italy’.

 

Il Laboratorio, che ha sede presso il Dipartimento di Studi umanistici e del patrimonio culturale dell’Università di Udine, è stato intitolato a Giuseppe Santoroprofessore, già dirigente scolastico del Liceo classico ‘Jacopo Stellini’ di Udine, scomparso quasi un anno fa, ideatore e motore di questo progetto.

Il Digital Storytelling Lab (DSL), luogo di formazione, sperimentazione e produzione, è nato da un progetto elaborato da Mariapia Comand, coordinatrice del corso di laurea Dams – Discipline dell’audiovisivo, dei media e dello spettacolo dell’Università di Udine, con la collaborazione di alcuni colleghi del corso Dams (Simone Venturini e Andra Mariani, Gianandrea Sasso per la parte tecnica e tecnologica), e presentato dal Liceo classico ‘Jacopo Stellini’ di Udine, capofila di un network di 33 scuole superiori del Friuli Venezia Giulia.

Il progetto è stato finanziato dal MIUR – Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca con la partecipazione dell’Ateneo di Udine. Il completamento del laboratorio ha richiesto due anni, dal 2016 a oggi. Grazie al fondamentale sostegno della Fondazione Friuli, in questi due anni è stato possibile realizzare attività di formazione per gli studenti, per insegnanti e per professionisti, e progetti speciali finalizzati alla valorizzazione dei beni culturali.

Nell’ambito del DSL, il Liceo classico ‘Stellini’ è scuola capofila, e funge da collettore delle esigenze delle scuole e da raccordo con il Laboratorio stesso. L’Università di Udine, in particolare il corso di laurea Dams, svolge una funzione di coordinamento scientifico del progetto, di trait d’union tra mondo dell’istruzione, della ricerca, del territorio e delle imprese, e fornisce un apporto in termini di organizzazione e gestione del DSL.

corsi di formazione sono la prima missione del DSL. L’offerta didattica è rivolta in primo luogo agli studenti della rete DSL. Sono previsti corsi per gli studenti (per soddisfare l’alternanza scuola-lavoro ma non solo), di aggiornamento per gli insegnanti e workshop per professionisti e lavoratori che vogliano acquisire strumenti di comunicazione efficaci e innovativi. L’attività di formazione si articola in diversi livelli: da base ad avanzata, a seconda della destinazione, del livello di partenza e degli esiti di apprendimento attesi.

Il DSL si presenta anche come una piattaforma dinamica e un incubatore creativo, dove si valutano specifici progetti di collaborazioni, proposte di work experience, pianificazione e consulenze su attrezzatura e know-how. L’attenzione è rivolta a tutte quelle iniziative del territorio che sorgono dalle realtà scolastiche (per esempio le iniziative non necessariamente didattiche di alternanza scuola/lavoro), dal mondo dell’imprenditoria, e dalle fila delle imprese creative e artistiche indipendenti.

FONTE

Category: Curiosità