Odio in rete, una call dalla Commissione Europea

| 20 febbraio 2018
apple, bed, bedroomLa Commissione Europea ha aperto una call per prevenire e combattere i discorsi d’odio sul web rivolta a Enti Pubblici e Organizzazioni No Profit.

Attraverso la call si chiede lo sviluppo di progetti che siano in grado di sviluppare alternative e contro-narrative riguardo ai discorsi di odio online, promuovendo lo sviluppo del pensiero critico da parte degli utenti di Internet.

In particolare si finanzieranno progetti orientati a una o più delle seguenti attività:

  • implementazione di tecnologie e strumenti web innovativi capaci di per monitorare, prevenire e contrastare l’incitamento all’odio online;
  • studi che analizzino la diffusione dei discorsi di odio razzisti e xenofobi in diversi Stati membri e che individuino i gruppi che generano e diffondono tali contenuti, il volume e la frequenza del caricamento di contenuti, le piattaforme scelte e la loro diffusione nella società tradizionale;
  • sviluppo di attività di sensibilizzazione online, come lo sviluppo di narrative capaci di promuovere i valori dell’UE, la tolleranza e il rispetto dei diritti fondamentali dell’UE;
  • apprendimento reciproco, scambio di buone pratiche, compresa l’individuazione delle migliori pratiche che possano essere trasferibili ad altri paesi o organizzazioni partecipanti.

Il budget stanziato per ogni progetto è di minimo 75mila euro.

Per tutti i dettagli consulta la call e invia la tua proposta entro l’11 ottobre 2018.

 

FONTE

Category: Novità dall'UE