“Internet of Things, Big Data & Web”, il corso di laurea per l’Industria 4.0

| 11 agosto 2017

Formare specialisti nei settori emergenti delle tecnologie informatiche e digitali, come quelle per l’industria 4.0 che permettono di massimizzare il livello di automatizzazione della produzione. È l’obiettivo del corso laurea triennale “Internet of things, big data & web” attivato dall’anno accademico 2017/18 dall’Università di Udine. Per rinforzare le capacità di inserimento nel mondo del lavoro, il corso formerà dunque esperti, in particolare, nei settori dell’internet of things (internet delle cose), dei big data (scienze dei dati), delle tecnologie web, del machine learning (apprendimento automatico), del social e del mobile computing e della statistica applicata. Parte integrante e fondamentale del percorso formativo saranno le attività in laboratorio e i tirocini in aziende. Il corso in “Internet of things, big data & web”, coordinato da Agostino Dovier, risponde alla rapida evoluzione e differenziazione delle discipline informatiche ed è attivato dal dipartimento di Scienze matematiche, informatiche e fisiche come naturale evoluzione del precedente corso in “Tecnologie web e multimediali”.

Le innovative competenze fornite dal rinnovato corso di laurea vanno ad integrarsi con quelle fondamentali come la programmazione, gli algoritmi, i linguaggi, le architetture e le reti di calcolatori, i sistemi operativi, le basi di dati, l’ingegneria del software e l’interazione uomo-macchina.

Il corso prepara a professioni di analista e progettista in area informatica, quali ad esempio: progettista/programmatore di prototipi e applicazioni per l’internet of things, analista e progettista web, web designer e developer, web manager, data scientist.
Il corso di laurea in informatica è presente a Udine dal 1979/80, fra i primi in Italia (allora denominato “Scienze dell’Informazione”, e nelle sue varie evoluzioni ha laureato più di 2000 studenti a livello magistrale e altrettanti a livello triennale. «Le lauree udinesi in discipline informatiche – sottolineano il direttore del dipartimento, Gian Luca Foresti, e il coordinatore del corso di laurea, Agostino Dovier – hanno la peculiarità, testimoniata dai dati “Alma Laurea”, di un tasso di disoccupazione pari a zero a un anno dalla laurea, risultato particolarmente significativo in quanto valido già a livello di laurea triennale».

Oltre a “Internet of things, big data & web”, il dipartimento di Scienze matematiche, informatiche e fisiche ha attivi altri tre corsi di laurea triennale: Informatica, Matematica, Scienze e tecnologie multimediali. Loro naturale proseguimento sono i corsi magistrali in Computer Science (in inglese, doppio titolo internazionale), Comunicazione multimediale e tecnologie dell’informazione (doppio titolo internazionale), Data Science e Scientific Computing (interateneo internazionale), Fisica (interateneo), Informatica e Matematica. Il dipartimento offre inoltre il corso di dottorato di ricerca in “Informatica e Scienze matematiche e fisiche”. Per maggiori informazioni
consultare il sito web dell’ateneo: www.uniud.it.

 

FONTE

Category: Formazione