Giardinaggio e orto, la migliore terapia per ridurre stress e migliorare l’umore

| 12 maggio 2017

Una ricerca molto importante dell’American Institute for cancer research: chi coltiva l’orto, chi lavora con le piante, si mantiene in forma e in salute. E ha meno rischi di depressione.
Attività fisica, ma anche benefici mentali. Fatica e soddisfazione, ma anche allenamento come i migliori sport. Il giardinaggio, la cura dell’orto, la coltivazione di piante e ortaggi: sono cose semplici che possono però fare davvero miracoli per la nostra salute, e non solo regalarci qualche fiore in più o qualche frutto o verdura (ovviamente biologiche) da mettere, con soddisfazione e con un pizzico di orgoglio, sulla nostra tavola.
Le ricerche scientifiche ormai vanno tutte in questa direzione, e dimostrano quanto il giardinaggio faccia bene all’umore, aiuti a contrastare e ridurre l’ansia e riesca a stimolare l’ottimismo, riducendo il rischio depressione. Non è poco, e infatti sono tanti anche gli ospedali e le strutture sanitarie in cui i pazienti coltivano l’orto proprio come una terapia per stare meglio. Una terapia che, invece, nel settore della Geriatria viene utilizzata per tenere in funzione e allertato il cervello delle persone anziane e ridurre i pericoli, con l’avanzare dell’età, dei problemi di demenza.
Come rileva una ricerca dell’American Institute for cancer research, i lavori svolti per la cura del giardino o dell’orto sul balcone sono allo stesso livello delle attività fisiche continuative che svolgiamo quotidianamente in palestra e che ci permettono di mantenerci in forma e in salute.

FONTE

Category: News